top of page

Piero Dorazio

Piero Dorazio nacque il 29 giugno 1927 a Roma, dove intraprese gli studi al liceo classico e si avvicinò alla pittura frequentando lo studio del pittore Bandinelli. Nel 1947 fu uno dei fondatori del gruppo "Forma 1", insieme ad artisti come Carla Accardi, Attardi, Consagra, Guerrini, Sanfilippo, Perilli e Turcato. 

Nei primi anni '50, Dorazio aprì la galleria "L’Age d’Or" con l'obiettivo di promuovere artisti d'avanguardia. Nel 1947 fece un viaggio a Parigi dove conobbe artisti come Gino Severini, Hans Arp e Georges Braque. La sua attività espositiva iniziò nel 1948 con la partecipazione alla "Quadriennale di Roma" e al "Salon des réalités nouvelles" a Parigi.

 

Nel corso degli anni Dorazio esponeva sia in Italia che all'estero, partecipando a eventi importanti come la Biennale di Venezia e "Documenta 2" a Kassel nel 1959. Nel 1960 si trasferì negli Stati Uniti per dirigere il dipartimento di belle arti all'Università della Pennsylvania. Nel 1962, entrò a far parte del "Gruppo Zero" e nel 1965 partecipò alla mostra "The Responsive Eye" al MOMA di New York.

Dopo essersi stabilito a Todi in Umbria negli anni '70, Dorazio continuò la sua attività espositiva, interessandosi anche alla scenografia e ai libri d'artista. La sua prima retrospettiva si svolse nel 1979 al Musée d’Art Moderne de la Ville de Paris, successivamente trasferita negli Stati Uniti. Continuò a partecipare a mostre importanti, come il Premio San Luca nel 1986 e la sala personale alla Biennale di Venezia nel 1988.

Negli anni successivi, partecipò a numerose mostre in Italia e all'estero, contribuendo attivamente al dibattito culturale fino alla sua morte nel 2005 a Perugia.

bottom of page