Milano, 20123 - Via Sant'Agnese 18 
T. 02 89459708

M. info@ambrosianaarte.com

P.IVA 09796810969

  • Instagram - Bianco Circle
  • Facebook Clean

© 2018 by Ambrosiana Arte

Pier Paolo Nudi

Nato a San Marco Argentano nella campagna cosentina nel 1971, da più di quarant’anni vive e lavora a Rende (Cs).

Dopo aver immagazzinato colori, odori e sapori campestri già dagli anni dell’infanzia prende a disegnare  la realtà che lo circonda: paesaggi e interni di casa.

Negli anni ’80 del ‘900 lo stesso artista ricorda: “disegnando sentii una trasformazione dentro me, percepivo la necessità di esprimere quello che toccava il mio stato più intimo, più profondo.”

I disegni del piccolo Pier Paolo sono notati da un amico di famiglia, Giovanni Apreda, pittore e docente di Disegno a Cosenza. Apreda diventa così per il giovane artista una “fonte” inesauribile, amico, punto di riferimento, guida, stimolo continuo alla curiosità inesauribile del neofita.

Intanto il giovane sceglie di frequentare il Liceo Scientifico, per seguire il suo altro grande amore: la matematica.

Nel 1992, ormai diplomato, Nudi si iscrive alla facoltà di Scienze Statistiche che concluderà con la laurea nel 1998.

Questi degli studi universitari sono anni intensissimi, in cui lo studio si alterna con viaggi, in Italia e all’estero.

Le scienze statistiche si intrecciano con l’arte, nel 1994 si cimenta con il Bodypainting.

Intanto inizia ad esporre in Calabria, collettive e personali si susseguono.

Tra il 1994 e il 1995 è impegnato nel servizio militare.

I viaggi, le conoscenze, le frequentazioni, le esperienze e la contemporanea formazione scientifica ed umana indirizzano e modificano il suo fare artistico.

Nel 1999 conosce lo scultore Francesco  Bitonti e l’iconografo Stefano Armakolas. Insieme a loro intraprenderà un lavoro di ricerca artistica sull’introspezione il cui manifesto: “Introspezionismo Artistico” sarà firmato nel 2008.

Nel frattempo la ricerca e la sperimentazione artistica hanno portato Nudi oltre; l’artista si distacca dal paesaggio campestre, nascono le Collezioni: “Gente Comune” e “Introspezioni“.

Degli anni 2000 sono ancora nuovi viaggi, il matrimonio, i figli.

Nel primo quinquennio del nuovo millennio osserva molti artisti, sente molto vicino il lavoro di autori come Piet Mondrian, Frank Stella, Enrico Castellani, Richard Smith, Robert Rauschenberg, Joseph Kosuth, Bruce Nauman.

Dal 2007  le sue opere iniziano ad essere viste ed apprezzate da un pubblico di collezionisti più specificatamente interessato alla produzione artistica contemporanea.

Dal 2008 è Accademico  dell’”Accademia Angelica Costantiniana” di Roma.

Nudi, a fine del 2009, scrive un saggio nel quale definisce la “MultivariArte”.

Dal 2009 ad oggi si impegna sempre in opere “Concettuali” costruite attraverso una ricerca estetica e contenutistica, lavori artistici ordinati in Collezioni: “Multivario“, “Segmenti Multipli“, “Evanescenze“, “Traslucenze“, “Colori Multivariati“, “Approssimazioni“, “Dimensionale Multiplo “, “Trasparenza Dimensionale“, ”Codice Multiplo”.

In Dimensionale  Multiplo dalle tecniche miste Nudi passa alle tele estroflesse applicate su tavola.

Dal 2010 l’opera Nudi è acquisita dalle più importanti case d’aste di arte moderna e contemporanea italiane.

Vincitore del Galà de l’Art 2016 di Montecarlo evento culturale internazionale patrocinato dall’Ambasciata Italiana nel Principato di Monaco.

Nel 2017 il critico e storico d’arte prof. Vittorio Sgarbi cura la personale “MultivariArte” a Piacenza.

Ad oggi sono numerose le sue esposizioni collettive e personali.

Le sue opere figurano in numerose raccolte e collezioni private in Italia e all’estero.

Attualmente l’Artista è impegnato in ricerche e sperimentazioni di arte concettuale.